News

Furto milionario di farmaci antitumorali all’ospedale Moscati di Avellino

Medicinali oncologici per un valore di 1 milione e 300 mila euro sono stati rubati la notte scorsa dalla farmacia dell’ospedale “San Giuseppe Moscati” di Avellino. I ladri hanno portato via esclusivamente farmaci antitumorali. Gli investigatori della Questura di Avellino, anche sulla scorta di analoghi furti verificatisi negli ospedali di Lecce e Trieste, non escludono l’ipotesi di un furto su commissione. I ladri sono entrati all’interno dei locali che ospitano la farmacia ospedaliera, rompendo il vetro di una finestra. Gli agenti della Polizia Scientifica stanno analizzando alcune tracce di sangue lasciate dalle ferite che uno dei malviventi avrebbe riportato in seguito alla rottura del vetro.

La direzione del ‘Moscati’, per evitare problemi e disagi ai pazienti che devono sottoporsi a terapie oncologiche, ha chiesto aiuto al ‘Pascale’ di Napoli per un rapido approvvigionamento dei medicinali. La scoperta del furto è avvenuta stamattina. Gli investigatori stanno anche visionando le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza interne ed esterne. Non è il primo furto in Campania. Anzi, è forse questa la nuova frontiera dei furti nella sanità. C’è un rapporto della Direzione investigativa antimafia di Napoli che evidenzia come i furti di farmaci antitumorali negli ospedali napoletani e della Campania rappresentano una vera e propria emergenza. Anche perchè parliamo di furti di medicinali che costano ai contribuenti diversi milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *